IL FUTURO

La rapida evoluzione degli scenari, i flussi demografici, i cambiamenti climatici, l’apparire di nuove patologie ed in certi casi la ricomparsa di vecchie malattie, impongono una medicina sempre più adeguata a tali trasformazioni, in linea con le innovazioni.

Si stima che nei prossimi anni cambieranno radicalmente oltre l’80% delle conoscenze e dei metodi di diagnosi, di terapia e soprattutto di prevenzione. E’ una trasformazione che coinvolge non solo la clinica, la ricerca e la tecnologia ma anche l’organizzazione e l’approccio medico-paziente.

La società della conoscenza richiede un continuo sviluppo scientifico poiché, in sua assenza, non crescerebbe la cultura, non ci sarebbe progresso e non aumenterebbe il benessere, visto che è sul sapere scientifico che sempre più si costruisce lo sviluppo economico e lo “star bene” dei cittadini.

Se da un lato il futuro si esprimerà attraverso la robotica chirurgica, le tecnologie biomediche o i biomarcatori per la medicina di precisione, dall’altro si rendono necessarie nuove risposte alla nuova realtà che impongono di riprogettare i servizi sanitari, rivedere i rapporti tra ospedale e territorio e di implementare una sanità 4.0 in cui la tecnologia e l’informatizzazione sono parti integranti della gestione del paziente.

Nell’ultimo decennio c’è stato un grandissimo impulso nello sviluppo di soluzioni elettroniche per il settore della salute e del benessere. In particolare, sono stati realizzati molti studi, prototipi e test clinici nel settore del monitoraggio remoto e continuo, connesso ed in tempo reale con i dispositivi indossabili (Wearable la tecnologia indossabile).

Gli Smartwatch che controllano quanti passi facciamo durante la giornata, i braccialetti che misurano qualità e quantità del sonno, le magliette che tengono sotto controllo il battito cardiaco e informano se siamo seduti correttamente: sono solo alcuni dei dispositivi indossabili e connessi alla rete che promettono di rivoluzionare ogni aspetto della nostra vita o quasi.

L’obiettivo è garantire l’interoperabilità tra diversi dispositivi e piattaforme, per favorire la realizzazione e l’utilizzo di servizi e prodotti e-health che vanno dal trattamento di malattie croniche all’assistenza degli anziani, dal monitoraggio dello stato di salute, alla pianificazione degli stili di vita.

Roma Expo Salus and Nutrition. è un itinerario che dall’attualità si proietta verso un futuro dove la robotica chirurgica, le tecnologie biomediche, le Intelligenze Artificiali, i Big Data, lo studio del genoma, i farmaci “intelligenti” avranno un ruolo fondamentale nel determinismo della salute. Saranno rivisti i rapporti tra ospedale e territorio. Si parlerà di sanità 4.0 in cui la tecnologia e l’informatizzazione, insieme all’umanizzazione, saranno parti integranti della gestione del Paziente.

Il futuro della nutrizione è un territorio vastissimo: cibi funzionali, alimentazione molecolare nutraceutica e d innovativi integratori alimentari sono alcuni tra i temi da scoprire ad Roma Expo Salus and Nutrition.

Farmaci, medicina estetica, cosmetici, i supercibi: le prossime novità per ritardare l’avanzare degli anni.

Ospedale 4.0

L’innovazione a servizio della cura: la tecnologia e l’informatizzazione entrano in corsia per migliorare il ricovero.

Innovazione

Alla scoperta delle novità in campo medico: dalla robotica chirurgica alle tecnologie biomediche passando attraverso le terapie biologiche, fino ai dispositivi indossabili e connessi, per monitorare la nostra salute.